MODULO 4: Accertamento tecnico preventivo nelle cause di responsabilità sanitaria

70,00 IVA esclusa

  • 4 Ore complessive
  • Live streaming su piattaforma interattiva
  • Riconoscimento 2 crediti CNF
COD: 1MOD4 Categoria:

Descrizione

L’Associazione Dike e la Casa Editrice Giappichelli propongono un Corso di approfondimento su di una tematica annosa e sempre di attualità: la Responsabilità del medico e della struttura sanitaria.

L’Associazione Dike nel corso della sua attività ha dedicato grande attenzione al tema qui oggetto di studio e approfondimento, con particolare focus alla legge Gelli – Bianco e i profili di riflessione da essa sollevati. L’intento di questa iniziativa è quello di fornire una visione ampia dell’argomento, tramite un approccio multidisciplinare fondato sui contributi multidisciplinari di esperti in materia, provenienti dai vari ambiti professionali coinvolti. Hanno infatti dato il loro contributo ai contenuti del Corso Professori Universitari, Avvocati, Medici Legali, Consulenti Tecnici ed Assicurativi.

Il Corso, inoltre, è volutamente pensato per essere flessibile così da venire in contro alle esigenze dei partecipanti, grazie alla possibilità di seguire sia l’intera offerta formativa o, in alternativa, alcuni Moduli tematici a scelta. E’ prevista anche la possibilità di interagire con i Docenti, sia in streaming sia via chat.

Struttura del Modulo

Ogni Modulo è strutturato in più incontri, ognuno dei quali ha una durata di 2 oredalle ore 17 alle ore 19 dei giorni calendarizzati:

L’accertamento tecnico preventivo nelle cause di responsabilità sanitaria

Dott. Piero Massi Benedetti – Avv. Simona Codena 28, 29 ottobre 17.00-19.00

a. L’introduzione dell’accertamento tecnico preventivo quale condizione di procedibilità dell’azione civile.

b. Caratteristiche dell’ATP nella previsione della Legge Gelli – Bianco.

c. Accertamento tecnico preventivo e la mediazione all’interno del contenzioso sanitario.

  • L’art. 8 della Legge Gelli – Bianco: problemi di coordinamento, “Mediazione vs Conciliazione”.
  • L’obbligatorietà della partecipazione al procedimento: parziale inapplicabilità della disciplina.
  • La partecipazione delle Imprese di Assicurazione (rinvio ad area assicurativa).
  • I soggetti tenuti a partecipare.
  • Procedimento.
  • La partecipazione delle Imprese di assicurazione: ipotesi (e conseguenze) della loro mancata partecipazione.

d. Compiti del consulente tecnico di ufficio: il collegio peritale.

e. Il tentativo di conciliazione: caratteristiche e modalità operative.

f. Il supporto documentale. Divieto di acquisizione da parte del consulente tecnico di ufficio di documenti non prodotti dalle parti. Casi ed eccezioni.

g. Obbligo di motivazione del giudice con riferimento alla CTU d’ufficio; limiti all’obbligo di motivazione con riferimento alla consulenza tecnica di parte.

Materiale fornito

Tutti gli allievi accedono ad un’area riservata contenente:

  • materiali didattici eventualmente forniti dai docenti;
  • la registrazione delle singole lezioni;
  • gli attestati di partecipazione rilasciati;