CORSO DI APPROFONDIMENTO: “LA RESPONSABILITA’ DEL MEDICO E DELLA STRUTTURA SANITARIA: PROFILI MEDICO LEGALI, PENALI E ASSICURATIVI”

300,00 IVA esclusa

  • 24 Ore complessive
  • 4 Moduli tematici
  • Live streaming su piattaforma interattiva
  • Decorrenza dal 7 ottobre al 3 dicembre 2021
  • Riconoscimento crediti CNF ed 24 ECM

Programma del corso

  • Modulo I – Introduzione all’attività medica, al rischio e al diritto alla salute
  • Modulo II – Responsabilità civile del medico
  • Modulo VI – Tutela giurisdizionale del diritto alla salute
  • Modulo VIII – Accertamento tecnico preventivo

Per ottenere i crediti ECM a seguito dell’acquisto del corso, ogni medico dovrà collegarsi al sito del provider cliccando QUI e registrarsi inserendo il seguente CODICE ISCRIZIONE: 22/21/POLI/10272

MODULO 1: “Presentazione del Corso e nozioni introduttive"
MODULO 2: Il ruolo medico legale nell’accertamento dei profili di responsabilità sanitaria
MODULO 6: La responsabilità penale dell’esercente la professione sanitaria
MODULO 8: Il rapporto fra responsabilità sanitaria e settore assicurativo
COD: 1COMPLETOECM Categoria:

Descrizione

L’Associazione Dike e la Casa Editrice Giappichelli propongono un Corso di approfondimento su di una tematica annosa e sempre di attualità: la Responsabilità del medico e della struttura sanitaria.

L’Associazione Dike nel corso della sua attività ha dedicato grande attenzione al tema qui oggetto di studio e approfondimento, con particolare focus alla legge Gelli – Bianco e i profili di riflessione da essa sollevati. L’intento di questa iniziativa è quello di fornire una visione ampia dell’argomento, tramite un approccio multidisciplinare fondato sui contributi multidisciplinari di esperti in materia, provenienti dai vari ambiti professionali coinvolti. Hanno infatti dato il loro contributo ai contenuti del Corso Professori Universitari, Avvocati, Medici Legali, Consulenti Tecnici ed Assicurativi.

Il Corso, inoltre, è volutamente pensato per essere flessibile così da venire in contro alle esigenze dei partecipanti, grazie alla possibilità di seguire sia l’intera offerta formativa o, in alternativa, alcuni Moduli tematici a scelta. E’ prevista anche la possibilità di interagire con i Docenti, sia in streaming sia via chat.

Il Corso è accreditato ECM (Educazione Continua in Medicina) con il rilascio di 24 crediti formativi.

Per ottenere i crediti ECM a seguito dell’acquisto del corso, ogni medico dovrà collegarsi al sito del provider cliccando QUI e registrarsi inserendo il seguente CODICE ISCRIZIONE: 22/21/POLI/10272

Struttura del corso

  • 24 Ore complessive per la totalità del Corso;
  • 4 Moduli tematici i quali affrontano vari aspetti professionali, normativi e processuali della materia in oggetto;
  • Decorrenza dal 7 ottobre al 3 dicembre 2021 

Ogni Modulo è strutturato in più incontri, ognuno dei quali ha una durata di 2 oredalle ore 17 alle ore 19 dei giorni calendarizzati:

  • (i) Nozioni introduttive.

    (7, 8, 12  ottobre h 17.00 – 19.00)

    (Avv. Paolo Alessandro Magnani – Avv. Daniel Aicardi – Dott. Piero Massi Benedetti – Dott. ssa Tania Caputo).

    1. L’attività medica come esercizio di un’attività rischiosa.
    2. Il diritto fondamentale alla salute nella previsione dell’art. 32 Cost.
    • Art. 32 Cost. e legge 833/78: ritardata attuazione dell’articolo 32 Cost.
    • Tutela della salute prima dell’entrata in vigore del servizio sanitario nazionale: il ruolo delle assicurazioni sociali e delle società di mutuo soccorso.
    • Tutela del diritto alla salute nella normativa primaria e secondaria ed esercizio dell’attività medico-chirurgica.
    • Tutela del diritto alla salute nella normativa europea.
    1. Ipotesi di responsabilità in ambito sanitario: responsabilità civile, penale, contabile. Cenni.
    2. Prevenzione e gestione del rischio in ambito sanitario: sua rilevanza e rapporto con il settore assicurativo.
    3. La difficile assicurabilità del rischio sanitario (cenni introduttivi).
    4. Diritto all’autodeterminazione del paziente. Requisiti di validità del consenso. Tipologie di danni risarcibili. 
    5. L’esperienza delle Fondazione Poliambulanza di Brescia

    (II) Il ruolo medico legale nell’accertamento dei profili di responsabilità sanitaria. 

    (4, 5 novembre h 17.00 – 19.00)

    (Dott. Piero Massi Benedetti – Avv Simona Codena).

    a. La cartella clinica come documento fidefacente.

    b. Mancata, irregolare o incompleta tenuta della cartella clinica.

    c. Annotazione dei dati nella cartella clinica.

    d. Rilevanza pubblica e rilievi penali.

    e. Linee guida e buone pratiche medico-assistenziali a livello di accertamento.

    f. Il consenso informato: il diritto del paziente a ricevere e a rifiutare le cure dopo adeguata informazione. Contenuto e forma dell’informazione. Diritto medico legale.

    (III) Area penale.

    (11, 12, 18 e 19 novembre h 17.00 – 19.00)

    (Prof. ssa Silvia Larizza – Prof. Matteo Caputo).

    1. La responsabilità penale dell’esercente la professione sanitaria: evoluzione.
    2. L’esercizio di un’attività rischiosa e la cd. “medicina difensiva”.
    3. Gli insufficienti rimedi posti dalla legge Balduzzi a salvaguardia dell’esercente la professione sanitaria.
    4. La ‘rivoluzione’ (forse mancata) operata dalla legge Gelli-Bianco.
    5. L’inserimento nel codice penale di una causa di non punibilità dall’ambito operativo ristretto. 
    6. I nodi problematici indotti dalla legge Gelli-Bianco e la decisione delle Sezioni Unite (Mariotti).
    7. Eventi avversi: l’accertamento del nesso di causalità. Coefficienti di probabilità statistica e giudizio di probabilità logico.
    8. I criteri classici e imprescindibili della imputazione colposa: imprudenza, negligenza e imperizia. 
    9. La misura oggettiva e soggettiva del rimprovero a titolo di colpa.
    10. Il principio di affidamento e la responsabilità dell’équipe.
    11. L’art. 2236 c.c.
    12. La necessità di definire con precisione le linee guida e le buone pratiche mediche assistenziali per limitare la discrezionalità giudiziale.
    13. L’assenza di linee guida per affrontare i casi di Covid-19: quali ipotesi di responsabilità per l’esercente la professione sanitaria.
    14. Emergenza pandemica: il D. L. n. 44 del 1aprile 202 l’introduzione di nuove cause di non punibilità. 
    15. La responsabilità della struttura sanitaria. La responsabilità per deficit organizzativi.
    16. La prescrizione in ambito penale.

    (iv) Area assicurativa. 

    (1, 2, 3 dicembre h. 17.00 – 19.00)

    (Avv. Paolo Alessandro Magnani – Dott. Paolo Iurasek).

    1. Il (difficile) rapporto fra responsabilità sanitaria e settore assicurativo: l’assicurabilità del rischio sanitario.
    • Brevi cenni riepilogativi: progressivo incremento dei casi di malpractice e crescente difficoltà delle imprese di assicurazione di coprire questa categoria di rischi.
    • La “fuga” delle Imprese di assicurazione dal mercato della responsabilità sanitaria e contestuale nascita di modelli di autoritenzione del rischio (SIR).
    • Il modello “Piemonte” vs modello “Veneto”: totale autoritenzione del rischio o intervento a “secondo rischio” dell’assicuratore. Compartecipazione pubblico – privato. Problemi aperti, ipotesi di danno erariale.
    1. L’evoluzione dell’obbligo assicurativo: dalla legge Balduzzi alla Legge Gelli – Bianco. Quali le novità.
    • L’obbligo di assicurazione del professionista sanitario nella previsione della Legge Balduzzi.
    • L’articolo 10 della Legge Gelli – Bianco: doppio binario fra assicurazione e autoritenzione del rischio. Problematiche aperte.
    • L’obbligo di assicurazione delle strutture sanitarie, per conto proprio e per conto di coloro di cui debbano rispondere.
    • L’assicurazione per la colpa grave.
    • L’azione di rivalsa e l’azione surrogatoria.
    1. L’obbligo di assicurazione degli esercenti professioni sanitarie in regime libero professionale o intra moenia.
    2. La tipizzazione delle clausole claims made e delle sunset clauses.
    3. “Autoritenzione del rischio”: una problematica ancora aperta. La posizione della Corte dei Conti.
    4. L’azione diretta del danneggiato nei confronti delle imprese di assicurazione.
    5. L’istituzione di un fondo di garanzia per i danni derivanti da responsabilità sanitaria.
    6. La parziale  inattuazione della Legge Gelli – Bianco: mancata emanazione dei decreti attuativi
    7. Garanzia postuma.
    • Responsabilità sanitaria – assicurazioni: il punto di vista degli intermediari assicurativi.

Scarica il programma completo QUI

Materiale fornito

Tutti gli allievi accedono ad un’area riservata contenente:

  • materiali didattici eventualmente forniti dai docenti;
  • la registrazione delle singole lezioni;
  • gli attestati di partecipazione rilasciati;